Contratti, Garanzie
RISK MANAGEMENT E INTERNAL AUDITING NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E SOCIETA’ PUBBLICHE | Corso Credito e Finanza

STANDARD, MODELLI, RIFERIMENTI NORMATIVI E BEST PRACTICES

  • 05-06 novembre 2018 ROMA, AMBASCIATORI PALACE HOTEL

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<div>
	La richiesta dei Crediti Formativi Professionali presso l&rsquo;Ordine degli Avvocati di Roma deve pervenire alla Segreteria ITA</div>
<div>
	entro 24 giorni prima della data del corso</div>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Massimiliano Zanigni
Associato di Economia Aziendale
Alma Mater Studiorum
Università di Bologna

 

PROGRAMMA DEL CORSO
Elementi introduttivi e professionali di base
la Corporate Governance e la Corporate Compliance
Strategic Risk Management tra Assurance e creazione di valore
introduzione all’attività di Internal Audit
definizione di Internal Audit
il quadro di riferimento in Italia (comply-or-explain)
IIA e IPPF
definizione di Internal Audit e di Sistema di Controllo Interno
distinzione tra Sistema di Controllo Interno e Modello di Organizzazione e Controllo ex D.Lgs.231/2011
Sarbanes Oxley Act versus il D.Lgs.231/2011
International Standards for the Professional Practice of Internal Auditing
standard di connotazione
standard di prestazione
guide Interpretative
il Codice Etico
posizionamento organizzativo della Funzione Internal Audit
chi sono gli interlocutori della Funzione Internal Audit
ruoli e Responsabilità nell’ambito della Corporate Governance di Risk Management e di Controllo Interno
la Legge 262/2005

 

Pianificazione
quali sono e come vengono individuati gli obiettivi annuali della Funzione Internal Audit
il Risk Assessment e piano di Audit
predisposizione della proposta del Piano di Internal Audit
l’approvazione e la comunicazione del Piano di Internal Audit
il ruolo dell’Internal Auditing nei processi di Risk Assessment

 

Processi e procedure per lo svolgimento degli interventi di Internal Audit
comunicazione di avvio dell’intervento
kick-off meeting
analisi preliminare e programmazione dell’intervento
rilevazione, verifica e valutazione del Sistema di Controllo Interno
review delle carte di lavoro e supervisione dell’incarico
preparazione dell’Exit meeting
exit meeting e informativa dei principali risultati
chiusura dell’intervento, definizione azioni correttive e rapporto di Audit
follow-up degli interventi di Audit
come predisporre il Reporting verso il Vertice e gli Organi di Controllo
comunicazioni ad altri organi di Governo e Controllo
analisi del profilo criminologico del rischio-reato

 

Il monitoraggio e il miglioramento delle attività di Internal Audit
verifiche interne continuative sugli interventi di Audit
KPI per la Funzione Internal Audit
il Quality Assurance Review
competenza e aggiornamento professionale continuo dell’internal auditor

 

Le fattispecie di reato: i reati presupposto
l’evoluzione progressiva dei reati presupposto dal 2001 ad oggi
dai reati contro la Pubblica Amministrazione (di cui agli artt. 24 e 25 del Decreto) al reato di autoriciclaggio
quattordici anni di evoluzione “catalogo” dei reati previsti dal D.Lgs. 231/2001

 

Internal Auditing tra anticorruzione e trasparenza nella P.A.
la normativa anticorruzione contenuta nella Legge 190/12
il decreto legislativo n. 33/2013
D.L. 90/14 convertito in Legge 114/14 e dai recenti interventi e orientamenti dell'ANAC
entrata in vigore del decreto legge 24 giugno 2014, n. 90, (25 giugno 2014) "le funzioni del Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri in materia di prevenzione della corruzione di cui all'articolo 1 della legge 6 novembre 2012 n. 190, sono trasferite all'Autorità nazionale anticorruzione"
il controllo interno di regolarità amministrativa degli atti
il monitoraggio dell'attuazione del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e la tracciabilità delle azioni
la nomina del responsabile della Prevenzione della Corruzione
la determinazione del piano triennale di prevenzione della corruzione
l’adempimento degli obblighi di trasparenza, pubblicità e diffusione delle informazioni
aspetti operativi:
mappatura dei procedimenti/processi interni all'Ente
associazione dei procedimenti/processi alle strutture dell'Ente
valutazione e misurazione dei rischi inerenti la corruzione per ogni servizio/procedimento/processo
programmazione triennale degli interventi
gestione delle schede formative del personale sulle tematiche dell'anti corruzione
generazione degli output, quali: documento PTPC (Piano Triennale Prevenzione della Corruzione)
relazione del responsabile anti corruzione
PPCT parte integrante del sistema di controllo interno:
mappatura dei processi
identificazione dei rischi
valutazione dei rischi
ponderazione dei rischi
trattamento dei rischi
monitoraggio del piano e delle misure
processo di attuazione della Sezione Trasparenza
dirigenti responsabili della trasmissione, aggiornamento e pubblicazione dei dati
la rete dei referenti
misure organizzative per la regolarità e tempestività dei flussi informativi

 

NOTE ORGANIZZATIVE
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).

 

Quota di partecipazione individuale
Euro 1.550,00 più IVA
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.

 

Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066

 

Data e Sede
Lunedì 5 e Martedì 6 Novembre 2018
Roma - Ambasciatori Palace Hotel
Via V. Veneto, 62

 

Orario
9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00

 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.

 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata
l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

 

Codice MEPA
GA18D157A

 

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter