Lavoro Pubblico
I POSSIBILI CONTRATTI DI COLLABORAZIONE NELLE P.A. DAL 2018, IL LAVORO A TERMINE, LE STABILIZZAZIONI | Corso Lavoro Pubblico

  • 10 novembre 2017 ROMA, AMBASCIATORI PALACE HOTEL

 

Invia ad un amico
  • Captcha
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Francesco Verbaro
Docente di Organizzazione e Organici delle Pubbliche Amministrazioni
Scuola Nazionale della PA
Cecilia Maceli
Funzionario Dipartimento Funzione Pubblica

 

PROGRAMMA DEL CORSO

Quadro normativo in tema di collaborazioni tra art. 7 c. 6 D.Lgs. 165/01 come modificato dal D.Lgs. 75/2017, D.Lgs. 276/03, D.Lgs. 81/15, art. 409 cpc come modificato dalla L. 81/2017

Disciplina dei contratti di collaborazione attualmente in atto presso le P.A. e loro sorte


Quale divieto è contenuto nell’art. 2 D.Lgs. 81/15 per le P.A.

Contratti di collaborazione stipulabili dal 2018: requisiti e fonte normativa

Collaborazioni occasionali e collaborazioni coordinate e continuative

I requisiti professionali e i presupposti di legittimità

La selezione dei destinatari di incarichi di collaborazione

Obblighi di pubblicità e limiti di spesa; intreccio con la normativa anticorruzione e conflitto di interesse

Responsabilità civilistiche e contabili connesse alla violazione della disciplina degli incarichi
Francesco Verbaro


Il contratto di lavoro a tempo determinato
le fonti di disciplina: in particolare il complesso raccordo tra fonti comunitarie e fonti nazionali e tra il D.Lgs. 165/2001 come modificato dal D.Lgs. 75/2017 e il D.Lgs. 81/2015
il ruolo della contrattazione collettiva
i limiti all’apposizione del termine e alla sua durata
la disciplina dei rinnovi e delle proroghe
il regime sanzionatorio: analisi degli orientamenti giurisprudenziali

La somministrazione di lavoro
le fonti di disciplina
la forma del contratto di somministrazione
la disciplina dei rapporti di lavoro
la somministrazione irregolare e il regime sanzionatorio

La stabilizzazione dei lavoratori precari
dopo l’attuazione della riforma del pubblico
impiego: requisiti, tempistiche e procedure
Cecilia Maceli

 

NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40 - 56.27.733 - 54.40.89)
o via internet (http://www.itasoi.it).

 
Quota di partecipazione individuale
Euro 950,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.
 
Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT19 B069 0601 0090 0000 0002 626

 

Data e Sede
Venerdì 10 Novembre 2017
Roma - Ambasciatori Palace Hotel
Via V. Veneto, 62
 

Orario
9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00

 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.

 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter