Diritto Amministrativo
GLI ENTI PUBBLICI DI RICERCA DOPO LA RIFORMA MADIA (D.LGS. 218/2016) | Corso Diritto Amministrativo

 

Invia ad un amico
  • Captcha
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Stefano Toschei
Consigliere TAR Lazio

 


Data e sede del corso da definirsi
PROGRAMMA DEL CORSO
Soggetti tenuti all’applicazione delle disposizioni del D.Lgs. 218/2016

Individuazione degli enti pubblici di ricerca e ragioni della peculiarità del settore (rapporti con la raccomandazione della Commissione europea dell’11 marzo 2005)

La riforma degli enti pubblici e la relazione con gli altri decreti delegati della c.d. Riforma Madia

La gestione e le verifiche in ordine all’attuazione concreta della Carta europea dei ricercatori

La potestà statutaria e regolamentare: le ricadute sulle attività e sui dipendenti

Dipendenti tecnici e dipendenti amministrativi: peculiarità, differenze e sovrapposizioni nella gestione delle attività

Responsabili di progetto e responsabili di procedimento negli enti pubblici di ricerca: ruoli, competenze, deleghe, responsabilità, sanzioni differenziate

Norme specifiche del Codice di comportamento e del Piano di prevenzione della corruzione: la gestione del conflitto di interessi

Peculiarità nell’acquisto di beni e servizi destinati alle attività di ricerca e le eccezioni al Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. 50/2016)

Norme specifiche per ricercatori e tecnologi in materia di personale (D.Lgs. 165/2001)

Riconoscimenti ed assegnazione di premi per meriti scientifici

La gestione della fase di start-up delle disposizioni introdotte dal D.Lgs. 218/2016: la predisposizione e l’adozione dei regolamenti interni e la compatibilità con gli obblighi del sistema di prevenzione della corruzione

Gli accessi documentali e civici e gli obblighi di trasparenza negli enti pubblici di ricerca

Responsabilità disciplinare, contabile e amministrativa dei dirigenti e dei dipendenti degli enti pubblici di ricerca

 
NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 
Quota di partecipazione individuale
Euro 950,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.
 
Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso UBI Banca Spa - FIL. Torino 10 IBAN: IT56 o031 1101 0080 0000 0002 626

 

Orario
9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00

 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.

 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter