Contratti, Garanzie
COMPLIANCE ANTITRUST | Corso Credito e Finanza

GESTIONE DEL RISCHIO E MODELLI PRATICI DI PREVENZIONE

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>Per informazioni sui Crediti Formativi Professionali contattare la Segreteria ITA</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Roberto Chieppa
Consigliere di Stato
Segretario Generale dell'Autorità Garante della concorrenza e del mercato
Ciro Daniele Piro
Avvocato - Funzionario Autorità Garante
della concorrenza e del mercato
Arduino D’Anna
Direzione Generale - Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato
Domenico Ielo
Partner Studio Legale Bonelli Erede
Fabrizio Di Marzio
Consigliere della Corte di Cassazione
Abilitato quale Professore di prima fascia in Diritto Privato e in Diritto Commerciale

 

Data e sede del corso da definirsi
PROGRAMMA DEL CORSO
Riconoscere il rischio antitrust che l’azienda deve affrontare

Le intese restrittive della concorrenza
L’abuso di posizione dominante
L’inottemperanza alla diffida
L’abuso di dipendenza economica
L’obbligo di separazione societaria ex art. 8, comma 2-bis, della Legge n. 287/1990
Istruttorie e sanzioni in materia di tutela del consumatore: cenni
Il rating di legalità delle imprese: il nuovo regolamento sui criteri di attribuzione  
Il rischio reputazionale e la possibile esclusione dalle procedure di gara
Il vademecum antitrust per le stazioni appaltanti: le condotte indiziarie
Roberto Chieppa

I programmi di compliance antitrust

Cambiamento dei mercati ed evoluzione normativa: incentivare la compliance
La compliance come parte integrante della cultura e della politica aziendale
L’esperienza internazionale: il dibattito a livello OCSE, la brochure compliance matters della Commissione, l’ICC Antitrust compliance Toolkit  
Le esperienze di alcuni paesi UE: le linee guida dell’Autoritè de la concurrence francese e le best practice dell’OFT
L’esperienza dell’Autorità antitrust italiana
Confronto con altri ambiti normativi nazionali che utilizzano i programmi  di compliance e convergenza tra antitrust compliance, il modello del D.lgs n. 231/2001 e il programma anticorruzione
Ciro Daniele Piro

Il procedimento istruttorio: dawn raids e richieste di informazioni

Evoluzione del modello legale di ispezione tradizionale
L’inerenza con l’oggetto del procedimento: limiti all’acquisizione
Il Legal privilege nell’evoluzione giurisprudenziale
Tutela della privacy e della riservatezza delle informazioni commerciali sensibili
Accertamenti ispettivi e celerità dell’azione amministrativa  
Le forensic image: analisi comparativa delle caratteristiche degli accertamenti, ammissibilità e limiti negli ordinamenti UE e negli US alla luce della giurisprudenza CEDU
informazioni incomplete o mendaci: sanzioni

I criteri per l’irrogazione delle sanzioni, programmi di leniency, decisioni con impegni e settlement  
Il metodo di calcolo della sanzione antitrust nella UE e nei principali stati membri
Sanzioni irrogabili e criteri per la loro quantificazione
Fattispecie maggiormente sanzionate e trend applicativi nell’UE e in Italia
Le nuove linee guida dell’AGCM sul calcolo delle sanzioni
I programmi di leniency: caratteristiche, limiti e analisi comparativa
Le decisioni con impegni senza accertamento dell’infrazione
La procedura di settlement nei casi di cartelli: l’esperienza comunitaria
Arduino D’Anna

Le sanzioni antitrust tra diritto amministrativo e diritto penale

Il rischio penale derivante dalla violazione delle norme antitrust
Il caso “Avastin-Lucentis”: i reati ipotizzati
Il ruolo degli enti rappresentativi di interessi lesi dal reato nel procedimento penale
Collusione in sede di procedura ad evidenza pubblica e turbativa d’asta
Rischio antitrust e anticorruzione: il rating di legalità
La responsabilità penale degli amministratori di società nella giurisprudenza UE
Il principio del ne bis in idem nella CEDU e il ruolo del giudice nazionale
Il ne bis in idem nella giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’UE
I casi “Grande Stevens/Italia” (CEDU) e “Akerberg Fransson”(CJ): spunti di riflessione

Modelli pratici di compliance antitrust
Criteri per la definizione del programma di compliance
Direzione e organizzazione del programma di compliance
La mappatura del rischio antitrust nell’ambito dell’attività di gestione dei rischi
Valutazione del rischio accettabile
Formazione e partecipazione del personale: codici di condotta, manuali, prontuari e guide
Gli strumenti di controllo e le indagini interne: il whistleblowing, garanzie di riservatezza e assenza di ritorsioni
Gestione di documenti e delle comunicazioni aziendali rilevanti a fini antitrust
Due diligence antitrust
Valutazione dell’efficacia dei processi e dei controlli
Domenico Ielo

Il risarcimento del danno da illecito antitrust

Il private enforcement alla luce della Direttiva 140/2014/UE
I metodi e le tecniche per la quantificazione del danno da illecito antitrust
L’accesso alla prova e l’onere probatorio richiesto per la dimostrazione del danno da illecito antitrust
La sentenza della Corte di Cassazione 4 giugno 2015, n. 11564
Accesso e divulgazione degli atti del procedimento nel giudizio civile alla luce della direttiva sul danno antitrust
Accesso e divulgazione degli atti nel caso di leniency
Fabrizio Di Marzio


NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 

Quota di partecipazione individuale
Euro 1.350,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA
 

Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT19 B069 0601 0090 0000 0002 626
 

Orario
primo giorno: 9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00;
secondo giorno: 9,00 - 13,00


Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.
 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter