Sicurezza, Salute, Igiene sul Lavoro, Rifiuti, Ambiente
BONIFICA DEI SITI CONTAMINATI, DRAGAGGI, TERRE, ROCCE DA SCAVO E DANNO AMBIENTALE | Corso Sicurezza e Ambiente

PROFILI GIURIDICI

  • 17-18 novembre 2016 ROMA. AMBASCIATORI PALACE HOTEL

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>Per informazioni sui crediti formativi professionali contattare la segreteria ITA</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Alberta Milone
Avvocato
già consulente presso il Ministero dell'Ambiente in materia di V.I.A., attualmente consulente per conto del C.N.R. presso lo stesso Ministero
Antonio Guariniello
Consulente di Pubblica Amministrazione
in materia di Diritto Ambientale
Maria Adele Prosperoni
Avvocato in Roma

 


PROGRAMMA DEL CORSO
La bonifica dei siti contaminati

l’evoluzione della disciplina nazionale in materia
l’ambito oggettivo di applicazione delle norme in materia di bonifica
autorità competenti
il responsabile della contaminazione. La posizione del proprietario del sito contaminato
il procedimento di bonifica
la bonifica per fasi
procedura semplificata per le operazioni di bonifica o di messa in sicurezza (art. 242 bis, D.Lgs. n. 152/06)
l’autorizzazione allo scarico delle acque di falda
accordi di programma e transazioni
rapporti tra abbandono di rifiuti e bonifica
Alberta Milone

Il danno ambientale

il risarcimento del danno ambientale, in base all’art. 18, L. n. 369/86
la direttiva n. 35/2004/CE
il recepimento della direttiva n. 35/2004/CE con il D.Lgs. n. 152/06, parte VI
la procedura di infrazione comunitaria e le modifiche apportate dalla L. n. 97/2013 al D.Lgs. n. 152/06, parte VI
le misure di riparazione e la quantificazione monetaria del danno
rapporti tra disciplina sulla bonifica e quella sul danno ambientale
rapporti tra la disciplina di cui alla L. n. 979/82 e le disposizioni in materia di danno all’ambiente di cui al D.Lgs. n. 152/06, parte VI
Antonio Guariniello

La disciplina in materia di gestione delle terre e rocce da scavo

introduzione sulla normativa comunitaria e nazionale in materia di rifiuti
la nozione di rifiuto e la nozione di sottoprodotto
la nozione di terre da scavo
inquadramento generale delle terre da scavo nella disciplina in materia di rifiuti
-evoluzione della giurisprudenza nazionale e comunitaria in materia
-evoluzione normativa
-le disposizioni del D.Lgs. 3 aprile 2006, n.152
-il D.M. 161/2012
-l’art.41 bis del D.L. 21 giugno 2013, n.69
-l’art.8 del D.L. 12 settembre 2014, n. 133
-le nuove disposizioni
-cenni in materia di autorizzazione integrata ambientale e di valutazione di impatto ambientale
-cantieri di piccole e grandi dimensioni
-criteri per qualificare le terre e rocce da scavo come sottoprodotti
-procedure e competenze
-riutilizzo in sito e fuori sito
-deposito, trasporto e modalità di gestione
-il piano di utilizzo
-disposizioni sulle terre e rocce da scavo qualificate rifiuti
-disposizioni sulle terre e rocce da scavo nei siti oggetto di bonifica
-regime transitorio
responsabilità, delega di funzioni e sanzioni

La disciplina in materia di dragaggi
le funzioni del dragaggio
riferimenti normativi ed evoluzione della disciplina
utilizzo dei materiali derivanti da attività di dragaggio dei fondali dei porti non compresi in siti di bonifica di interesse nazionale
immersione in mare di materiale derivante da attività di escavo e attività di posa in mare di cavi e condotte
le attività di dragaggio nei siti di bonifica di interesse nazionale
-principi generali
-utilizzo dei materiali dragati
-le modifiche apportate dal “collegato ambientale”
competenze e responsabilità
Maria Adele Prosperoni


NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 

Quota di partecipazione individuale
Euro 1.350,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA
 

Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT19 B069 0601 0090 0000 0002 626
 

Data e Sede
Giovedì 17 e Venerdì 18 Novembre 2016

Roma - Ambasciatori Palace Hotel
Via V. Veneto, 62


Orario
primo giorno: 9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00;
secondo giorno: 9,00 - 13,00


Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.
 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter